Categoría: bienestar

mi dengue

carino vero!!

è una zanzara a cui piace trasferire cosette da un corpo all’altro…in particolare in luoghi tropicali…e lo chiamano dengue.

io quasi non lo sapevo quello che era un dengue…almeno fino alla settimana scorsa.

il dengue è anche un febbrone infinito che ti riduce uno zerbino i primi 3-4 giorni!!

la chiamano con ragione febbre rompiossa, e oltre alla febbre, il dolore mi sfiancava le ossa e il corpo tutto… la testa, il bassoventre, i reni…tutto un dolore infinito y tanti, tanti incubi e sogni strani popolati dalla maggior parte di gente a cui voglio bene, ma non solo.

a metà della settimana in preda alla febbre, un’amica che lavora in ospedale mi fa la sua diagnosi a telefono e mi dice che potrebbe essere una buona idea andare al manolo, l’ospedale dove lavora, per fare un controllo, e così sia dico io…ma il controllo risulta positivo al dengue con aggravante emorragica…non mi lasciavano uscire…merda!!! finire nel miglior ospedale pubblico di managua non è un’esperienza che vi auguro!!
ma  qualche angelo di custodia cautelare, come dice una vecchia amica, ce l’ho anche da queste parti e sono stata trasferita in un ospedale privato, battista, che di religioso c’ha solo il nome, per il resto una gioielleria…e li ad aspettare i giorni che le piastrine smettessero di suicidarsi, anche perchè altro non si può fare..solo aspettare che risalgano e in alternativa tenersi pronte per una trasfusione…

nel frattempo si prendevano cura di me e mi coccolavano..

e l’altro giorno il suicidio di massa termina, comincia la resurrezione, le piastrine cominciano a moltiplicarsi…e a parte una gastrite, eccomi pronta per lasciare il letto e il camicione da film americano non senza prima vedere il conto in dollari dell’ospedale che aveva 3 zeri per 4 giorni..ma in teoria ci pensa l’assicurazione…

e oggi in quartiere quando tutto sembrava finito arriva un furgone del ministero de salud pieno di uomini stile acchiappafantasmi nica…mi cercavano e quando mi hanno trovata…azione! hanno fumigato tutto il quartiere!

x vicinx contentx! gli scarafaggi del quartiere decisamente meno!

 

bonito animalito verdad!!!

es un mosquito al que le gusta pasar cositas de un cuerpo a otro…en particular en sitios tropicales…y le llaman dengue.

y yo que casi no sabia lo que era un dengue…hasta la semana pasada.

pues un dengue es también una fiebre de la ostia que te agarra y que te jode unos 3-4 dias, para empezar!!

tambien le llaman rompehuesos y con razón..además de la fiebre lo que me molestaba de verdad eran los huesos de todo el cuerpo y no solo…el cráneo, la pelvis, lo riñones..todos..un dolor infinito y muchas muchas pesadillas y sueños extraños…donde han pasado la mayoría de mi gente querida y no solo.

a mitad de la semana de fiebre demasiado alta, una amiga gringa que trabaja en un hospital publico nica me dice que podría ser dengue..y que en en el hospital “manolo”, podía hacerme la prueba….y prueba sea…pero al ser con riesgo hemorragico..ya no me dejaron salir de allí¡..putada!! no les digo lo feo que puede ser el mejor hospital publico de managua..

suerte que angelitxs tengo y me llevaron a otro privado…(che de bautista tenia solo el nombre..los demás era de joyería) y esperando que plaquetas y glóbulos blancos dejaran de suicidarse, ya que cura no hay solo esperar que dejen de bajar y a lo mejor estar lista para una transfusión si bajan demasiado.

en el mientras gente me mimaba y me cuidaba…

y el otro día de repente las plaquetas empezaron a resucitar  y a parte una gastritis varioliforme estaba lista para dejar el hospital, non sin mirar la cuenta en dolares que lleveva 3 ceros por 4 días..suerte que había seguro…
y hoy en mi barrio una camioneta del ministerio de salud llena de hombres armados de cañones estilo caza fantasma han venido a buscarme…
pues había que fumigar todo mi barrio!

lxs vecinos encantados, las cucarachas del barrio menos…

 

La malattia

La malattia è un conflitto tra la personalità e l’anima.

A Volte…Il Corpo Grida… Quello Che La Bocca Tace…

Il raffreddore “cola” quando il corpo non piange…

Il dolore di gola “tampona” quando non è possibile comunicare le afflizioni.

Lo stomaco “arde” quando le rabbie non riescono ad uscire.

Il diabete “invade” quando la solitudine duole.

Il corpo “ingrassa” quando l’insoddisfazione stringe.

Il mal di testa “deprime” quando i dubbi aumentano.

Il cuore “allenta” quando il senso della vita sembra finire.

Il petto “stringe” quando l’orgoglio schiavizza.

La pressione “sale” quando la paura imprigiona.

Le nevrosi “paralizza” quando il bambino interno tiranneggia.

La febbre “scalda” quando le difese sfruttano le frontiere dell’immunità.

Le ginocchia “dolgono” quando l’ orgoglio non si piega.

Il cancro “ammazza” quando ti stanchi di vivere.

…..

La malattia non è cattiva, ti avvisa che stai sbagliando cammino.

ed è difficile ascoltare  il corpo e la malattia nel delirio della medicalizzazione globale.

post pacifico

 

No hay mucho que añadir, esta es parte de la mirada que me quedó justo despues del primer encuentro con el oceano pacifico y en particular con la arena de su desmesurada playa…

 

el calor, la textura a contacto con la piel, manos hundiendos y otras explorando…disfrutando hasta perderse y descubrir el sentido del tacto que tienen también los ojos ..

 

y gracias Annie &Beth

 

 

Non c’è molto da aggiungere, questo uno scorcio dello sguardo giusto dopo il primo incontro con l’oceano pacifico e in particolare con la sabbia della sua immensa spiaggia…

 

il calore la consistenza, mani che affondano e altre che esplorano…una goduria tale da perdercisi dentro fino a scoprire il tatto delle pupille

 

grazie Annie &Beth

 

fegato…pulizie di primavera…o d’autunno

Qualche tempo fa…era autunno..per la prima volta decisi di fare un pó di pulizie interne..nello specifico del fegato…fu un´esperienza intensa…e ora una cara amica…mi chiede la cura!

non è una ricetta magica…molte sono le possibili critiche…

ma per quanto mi riguarda fare pulizie al depuratore del corpo umano é stato utile..e qui mi limito a tradurre la pagina in spagnolo di cui ho seguito le indicazioni: http://www.enbuenasmanos.com/articulos/muestra.asp?art=1913

ingredienti necessari:

  • 7 litri di succo di mela, preferibilmente senza zuccheri e  conservanti;
  • 4 cucchiai di sali di Epson, anche chiamato solfato di magnesio (reperibile in farmacia) sciolti in 3 bicchieri;
  • 1/2 bicchiere di olio d’oliva extravergine…di quello buono, magari bio e estratto a freddo;
  • 2/3 bicchiere di succo di pompelmo o limoni o arance..insomma agrumi;

Per prepararsi alla “purga” del sesto giorno nei 6 giorni precedenti: niente fritti, alcool, alimenti di provenienza animale (carne, latte, uova…), cose fredde..insomma mettere a riposo il depuratore prima di lavarlo del tutto.

altra cosetta salutare è una pera (di gomma naturale reperibile in farmacia) d’acqua tiepida per ripulire la parte finale del colon, sia prima che dopo la purga!

se si possono evitare vitamine e integratori durante questa settimana è cosa buona.

il sesto giorno o il settimo (…piú si riposa il fegato meglio é…):

colazione leggera a base di frutta fresca e succo di frutta e un prazo leggero senza proteine, tipo riso in bianco.

Si comincia con la purga vera e propria:

  • dalle 14:00 non si mangia piú e non si beve a parte acqua;
  • 18:00 si mescolano i 3 bicchieri d’acqua con i 4 cucchiai di sali di Epson, e si beve il primo 3/4 di bicchiere;
  • 20:00 si beve il secondo 3/4 di bicchiere di sali;

a questo punto forse sei giá andata in bagno…o no..se no una borsa d’acqua calda aiuta…

  • 21:45 si prepara la purga mescolando l’olio e il succo di pompelmo
  •  22:00, in piedi vicino al letto si ingerisce il tutto..in 5 minuti si butta giú..o anche meno….
  • e poi a letto, luci spente per un’oretta, distese ad ascoltare il rumore delle tubature…con la testa su un cuscino, se fa male si puó optare per la posizione fetale sul lato destro..

sará una notte movimentata…perchè negarlo?!

dentro al vaso se metti un colapasta vecchio potrai scoprire cosa esce dal depuratore…tra cosette marroncino..verde…mezzi piselli…enjoy

ma il giorno dopo… il post purga continua:

  • tra le 6:00 e le 6:30 tocca bere il terzo  3/4 di bicchiere di sali;
  • tra le 8:00 e le 8:30 tocca bere il quarto e ultimo 3/4 di bicchiere di sali
  • tra le 10:00 e le 10:30 finalmente un pó di succo di frutta…e poi dopo un’oretta cibo solido se vuoi…ma leggero magari un pó di riso

piano piano si torna alla normalitá peró per evitare che sia uno shock per il corpo altri due giorni di dieta leggera e con succo di mela aiutano a ristabilirsi…

e non come la scrivente che dopo 3 giorni con un paio di bicchieri di vino e due cocktails è riuscita ad ubriacarsi come se fosse la prima sbronza della vita!

spero che la tradu/interpretazione sia utile!!

e buona befana!!!